Bon ton e l’arte del ricevere

welcome

welcome2

L’arte del ricevere è la capacità di accoigliere, dare ospitalità, far sentire a proprio agio gli ospiti. E’ un piacere personale, ma anche un gesto gentile in cui ognuno può dare libero sfogo alla propria fantasie,al genio creativo,alla generosità al proprio modo di essere. Ricevere non significa solo saper apparecchiare la tavola,significa organizzare un pranzo,una serata,tenendo presente il tipo di gente invitata,i loro gusti e i loro interessi. Bisogna creare l’atmosfera giusta,fare le presentazioni e tenere vivo il dialogo,e saper gentilmente comunicare quando la festa è finita.
Ospitare è pensare innanzi tutto alla scelta degli ospiti. Questo problema non si pone quando la festa è organizzata in occasione di una festa comandata. In caso di altri inviti la scelta è libera. E’ importante pensare al numero di persone in base allo spazio disponibile. Se la casa è piccola sarebbe meglio avere poca gente per volta,per mettere gli ospiti iin condizione di muoversi. Una brava e cortese organizzatrice di feste deve saper accostare correttamente amici e conoscenti. Si tenderà un abbinamento di persone espansive e comunicative con altre più timide e riservate. L’invito scritto ormai è in disuso,anche se di buon gusto. Oggi si invita tramite,messaggi,telefono e mail,mezzi comodi e veloci ma più freddi. Non si deve accontentare solo il palato degli ospiti,ma bisogna creare un’atmosfera e un clima accogliante,magari con della musica di sottofonde,delle candele non troppo profumate,fiori. L’ospite viene accolto dal padrone di casa sulla soglia,mentre la donna lo attenderà sulla soglia del salotto. Importante è non mettere a disagio i propri ospiti con domande imbarazanti,e se sappiamo che qualcuno è a dieta offrire una piccola porzione senza dire niente. Anche se capita qualche incidente,la persona che invita non deve ingigantire il fatto,ma sdrammatizzare con un sorriso.
L’ospite preferibilmente deve portare un dono a chi l’ha invitato. Ben accetti fiori per le signore,o bottiglie di vino per i signori,ma anche una scatola di cioccolatini. Evitare invece il dolce per non mettere a disagio la padrona di casa,che avrà già preparato o comprato un dolce da servire. Naturalmente non si deve portare un’altra persona senza prima aver avvisato i padroni di casa. Se notiamo che non ci sono portaceneri in casa,significa che i padroni di casa non fumano,e se si vuole farlo si andrà in bagno o sul balcone,oppure si eviterà di fumare. I ricevimenti sia formali che informali,saranno resi speciali sia con il decoro della casa,sia con la nostra padronanza del ricevere gli ospiti;ricordiamo sempre che un sorriso fa sempre piacere donarlo e riceverlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...